Corso monotematico

LE NAKSHATRA LUNARI

Irene Zanier

Uno sguardo verso il sistema astrologico indiano
Modulo Extra, aperto a tutti e parte di SAI Scuola di Astrologia Immaginale

Parte dei Moduli Extra di SAI, la Scuola di Astrologia Immaginale, questo corso monotematico tratta un contenuto specifico allo scopo di completare ed approfondire lo studio del percorso biennale.

OBIETTIVO DEL CORSO
Laboratorio sulla Luna dal punto di vista dell’astrologia vedica (jyotish). Oltre alla suddivisione per segni zodiacali come la conosciamo, l’eclittica può essere suddivisa in 27 segmenti, le nakshatra, con determinate caratteristiche che analizzeremo nel corso della giornata e che colorano la Luna di nuove impressioni. Nel corso della giornata verrà spiegato in che modo queste informazioni astrologiche aggiuntive aggiungano un valore alla lettura occidentale, senza entrare in conflitto, sebbene rappresentino un altro sistema immerso in una cultura diversa. 

Per chi parteciperà al laboratorio e desidera farlo potrà preventivamente inviare i propri dati di nascita (giorno/mese/anno, ora e luogo) per il calcolo della Luna indiana.

PER CHI?
Il corso è dedicato agli allievi di SAI, a studiosi e appassionati di Astrologia.
Il laboratorio è aperto a tutti. Meglio se hai qualche conoscenza della cultura indiana e delle principali divinità.

CONTENUTI

  • Origine e significato del termine “nakshatra”.
  • Differenze tra il sistema tropicale e siderale.
  • Cosa ci dice in più che non sappiamo?
  • Alcuni accorgimenti per non non fare un mix tra diverse astrologie.
  • Natura delle nakshatra e connessione con la Luna: divinità associate, racconto mitologico indiano, simbolo, governatore, qualità, direzione, animale associato, yoni, suddivisione in pada, gana.

Cosa devi sapere?

  • Il laboratorio è aperto a tutti. Meglio se hai qualche conoscenza della cultura indiana e delle principali divinità.

Irene Zanier

Docente di Astrologia

Tecnica di Astrologia Immaginale e laboratori

Ricercatrice spirituale attraverso lo strumento dell’astrologia, nasce sotto il segno dell’Ariete, con ascendente Cancro e la Luna in Vergine. Nonostante l’interesse per l’astrologia fosse già vivo durante l’adolescenza, Irene inizia la sua formazione dedicandosi a studi psicologici e scientifici all’Università di Trieste. Parallelamente agli studi accademici studia di comunicazione, interessandosi soprattutto alla figura di Milton Erickson e Paul Watzlawick.
Il suo riavvicinamento al cielo avviene gradualmente: Irene riprende in mano i libri di astrologia, inizialmente con spirito critico e scettico, fino a cadere sui testi di Dane Rudhyar di cui letteralmente si innamora e scoprendone la sintesi e il rimando ad altri studi esoterici ed ermetici di cui comincerà ad occuparsi da quel momento in avanti, anche grazie all’incontro con persone che le hanno permesso di approfondire vari aspetti dell’Ars Regia. L’Astrologia inizia così a funzionare per Irene da guida e sintesi. E’ grazie alla lettura di Rudhyar che nasce il desiderio di saperne di più e scopre così Arroyo, Liz Greene, Howard Sasportas, Nicholas Champion e, per l’Italia, i libri della Lisa Morpurgo.
Nel 2008 decide di uscire dallo studio solitario e di auto-didatta e di entrare a far parte della mailing list ormai chiusa di Mary Olmeda “Convivio Astrologico”, dove viene accolta e guidata nel perfezionamento della disciplina.
Nel 2010, avvicinandosi ai lavori di James Hillmann e di Richard Tarnas, oltre a quelli di Stanislav Grof, pubblica per la rivista di psicologia del profondo “Il Minotauro” un articolo di presentazione dell’astrologia dal punto di vista junghiano e psicologico. La sua formazione è in continuo divenire e continua ad apprendere con curiosità mercuriana, nonostante il sodalizio con signora Astrologia sia diventato qualcosa di stabile.
Dal 2012 al 2015 collabora e segue il metodo astrologico di Lidia Fassio e di Eridano School, che le ha permesso di dare una forma più definita alla sua ricerca.
Irene Zanier tiene conferenze nel nord Italia e in particolare al C.I.D.A. su temi astrologici.  Dal 2016 sta approfondendo lo studio dell’astrologia vedica jyotish assieme all’astrologo inglese Michael Reed e ha iniziato un percorso di ricerca interiore con lo psicoterapeuta e sciamano Rodolfo Brun. Dal 2016 è Docente presso la Scuola di Astrologia Immaginale di Durga, sotto la direzione didattica di Claudio Marucchi, amico e ispiratore.
Offre sedute individuali di interpretazione della carta del cielo dal punto di vista astro-psicologico.

Euro 250,00 (Euro 204,00 + IVA)

ATTESTATI
Il Modulo rilascia Attestato di Partecipazione editato da Durga.

DISPENSE E LIBRI DI TESTO
Le dispense sono editate da DURGA e sono comprese nel prezzo del corso. I testi che saranno indicati dai docenti sono consigliati e non obbligatori, alcuni sono anche reperibili in prestito presso la Piccola Biblioteca di Topos

AMMISSIONE
L’ammissione avviene tramite il versamento della quota di iscrizione.

PREREQUISITI
Non vi sono prerequisiti.

REGISTRAZIONI
La registrazione audio/video delle lezioni sono ammesse.

ISCRIZIONI
Per iscriversi al corso è necessario saldare la quota d’iscrizione e la 1° rata (o rata unica scontata)
Il pagamento della quota di partecipazione va effettuato all’iscrizione, tassativamente entro le date indicate, a mezzo bonifico bancario sul conto corrente presso Fineco Bank

IBAN  IT84S0301503200000003602343

intestato a Durga Formazione di Valeria Bellesia
o di persona a TOPOS in Via Pinelli 23, Torino su appuntamento al 335/7513020, in contanti o assegno bancario.

Le iscrizioni si chiudono all’eventuale raggiungimento del numero limite di partecipanti.
Il posto sarà tenuto occupato solo in presenza del saldo.

LEZIONI PERSE
Al fine dell’ottenimento dei riconoscimenti previsti, le assenze superiori al 5% saranno recuperate a pagamento concordando tempo e luogo con i Docenti. In alternativa a questa prassi, è possibile attendere l’edizione successiva del corso in modo da poter frequentare gratuitamente la lezione persa.

INFORMAZIONI PRATICHE/CONDIZIONI DI PARTECIPAZIONE
Non è richiesto materiale particolare se non quello consueto per prendere appunti.
Le registrazioni audio sono ammesse.
Non è richiesto un abbigliamento particolare.
Le pause pranzo del corso nel weekend durano circa un’ora e sono autogestite: è anche possibile portare del cibo da casa e consumarlo in aula.
Le iscrizioni si chiudono all’eventuale raggiungimento del numero limite di partecipanti. Il posto sarà tenuto occupato solo in presenza del saldo.
Il corso sarà avviato solo al raggiungimento del numero minimo di partecipanti.
N.B. La quota di partecipazione versata non potrà essere restituita nemmeno parzialmente e per nessun motivo.
Solo in caso di gravi e documentati motivi di salute che obblighino l’iscritto all’interruzione del corso, sarà possibile riaccedere al corso successivamente, senza oneri e nella misura di quanto non usufruito.
In alternativa, in caso di impossibilità di partecipazione, può essere comunicato il nominativo di una persona interessata a frequentare al proprio posto, purché la comunicazione avvenga prima dell’inizio del corso.
In caso di eventuale non attivazione del corso, la quota versata sarà restituita per intero.
I contenuti e il calendario possono subire variazioni per cause impreviste. In questo caso sarà nostra premura avvisare tempestivamente i partecipanti.
Con l’iscrizione si accettano implicitamente tutte le regole qui elencate.