COSTELLAZIONI PER ANIMALI
Daniela Oberto

I nostri animali fanno parte del sistema famiglia,
abitando con noi interagiscono con le dinamiche come ogni altro componente del gruppo
e vivono traumi, dolori, malattie e perdite, esattamente come gli esseri umani.
I loro malesseri, i comportamenti anomali, le loro malattie
ci parlano di qualcosa che appartiene alla famiglia.

Gli animali di casa sono a tutti gli effetti componenti della famiglia e interagiscono in modo sistemico con gli altri componenti. E come noi vivono le dinamiche familiari, ne percepiscono gli stati d’animo e interagiscono in modo sistemico con esse. E condividono anche le difficoltà del sistema per interazione col nucleo familiare:

Difficoltà di relazione e comunicazioni tra gli umani, non-detti, malattie, traumi, morti, allontanamenti… tutto ciò che crea dolore e disagio nella famiglia è sentito e vissuto anche dagli animali. I loro malesseri, i comportamenti anomali, le loro malattie ci parlano di qualcosa che appartiene alla famiglia, che è nostro.

L’espressione del disagio nell’animale può manifestarsi in molti modi, fisici, emotivi e comportamentali. In conseguenza ad esperienze negative, ad emozioni non espresse, a traumi subiti senza un’elaborazione adeguata dal nucleo familiare, gli animali possono arrivare ad esprimere malattie, comportamenti inspiegabili o comunque disfunzionanti con la vita in famiglia, paure o altri stati emotivi alterati.

Ecco perché possono essere inseriti nelle nostre Costellazioni Familiari
e possono aiutarci a sciogliere i nostri nodi.
E di ciò, siamo loro grati.

DANIELA OBERTO
Professionista olistica, oltre ad occuparsi di Costellazioni Familiari e Sistemiche per umani e animali, Daniela è Riflessologa e Counselor.
Appassionata amante degli animali, Daniela li considera parte del processo evolutivo dell’Umanità, così disposti come sono a condividere la vita umana con dedizione, amore e partecipazione.
Dato che negli anni sempre più sovente le veniva richiesto di costellare animali o tematiche che li coinvolgevano, Daniela ha deciso da qualche tempo di facilitare sessioni di Costellazioni esclusivamente dedicate a loro, contribuendo in questo modo a dar loro voce ed espressione.
Daniela si è formata in Costellazioni Familiari e Sistemiche a Milano, presso l’Istituto di Arte Sciamanica e Sistemica Nemeton.

SIAF n° PI298-CG – Registro Professionale Operatori Olistici – L. 4/2013

UNA GIORNATA

70,00

-18 Novembre 2017
o 25 Marzo 2018

DUE GIORNATE

125,00

Stesso partecipante18 Novembre
25 Marzo

Vuoi saperne di più?
Scrivici!

Le COSTELLAZIONI FAMILIARI sono il metodo di accompagnamento, indagine e riparazione messo a punto dal filosofo tedesco, teologo e psicanalista junghiano, Bert Hellinger.
Basato sulle Leggi della Transgenerazionalità, indagate anche da Anne Anceline Schünzenberger e ancora prima da Carl Gustav Jung, il metodo di Hellinger prende forma dopo aver assimilato i metodi della terapia sistemica e aver studiato le tradizioni degli Zulù durante le Missioni in Africa.
Per Bert Hellinger, il nostro sistema familiare fa parte integrante della nostra psiche: dagli avi non ereditiamo solo il carattere e il colore degli occhi, anche traumi, vicende dolorose, lealtà familiari e non detti che possono passare di generazione in generazione se non vengono risolte.
Le leggi della Transgenerazionalità indicano che le generazioni successive riprendono i conflitti rimasti in sospeso delle generazioni precedenti, manifestandoli i disagi di natura diversa.
Hellinger parla di irretimento quando l’esistenza delle generazioni successive viene segnata da manifestazioni di disagio di vario tipo (malattie, impossibilità di realizzazione, ripetizione di eventi…): sentimenti, sintomi e situazioni esistenziali difficili possono essere slegati dalla nostra storia personale e dipendere invece da lealtà familiari.

Questo metodo permette di scoprire quegli eventi accaduti ai nostri antenati che, non integrati nel passato, influenzano ora la nostra vita presente. Le Costellazioni permettono di evidenziare quei comportamenti e quei destini tragici dei nostri avi che riproduciamo inconsciamente per amore verso la nostra famiglia d’origine. In questo modo l’emozione non vissuta ha la possibilità di essere ripercorsa, dandoci la possibilità di aprirci ora a quella sofferenza nascosta in altri tempi e facendo ricircolare nuovamente l’amore.
Le Costellazioni ci alleggerisco dai fardelli non nostri e ridanno senso alla direzione da seguire nella vita.

Le COSTELLAZIONI PER ANIMALI agiscono allo stesso modo, andando a mettere in scena la dinamica familiare partendo da un disagio espresso dall’animale. Per facilitare un gruppo di Costellazioni per Animali occorre avere sensibilità e dimestichezza con la particolare relazione uomo-animale e avere fiducia nello straordinario apporto che i nostri amici animali offrono in modo del tutto disimpegnato all’Umanità.

PERCHÈ LE COSTELLAZIONI PER ANIMALI?
I nostri animali fanno parte del sistema famiglia, abitando con noi vivono traumi, dolori, malattie, perdite e distacchi, esattamente come gli esseri umani.
Essendo a tutti gli effetti componenti della famiglia, gli animali interagiscono in modo sistemico con gli altri componenti, e come noi vivono le dinamiche familiari, percepiscono gli stati d’animo e interagiscono con esse.
Condividono le difficoltà del sistema (in cui non necessariamente sono direttamente coinvolti, ma che vivono indirettamente per interazione col nucleo familiare): difficoltà di relazione e comunicazioni tra gli umani, non-detti, malattie, traumi, morti, allontanamenti…tutto ciò che crea dolore e disagio nella famiglia è sentito e vissuto anche dagli animali.
Ed è per questo motivo che i loro malesseri, i comportamenti anomali, le loro malattie ci parlano di qualcosa che appartiene alla famiglia, che è nostro.
L’espressione del disagio nell’animale può manifestarsi in molti modi, fisici, emotivi e comportamentali.
In conseguenza ad esperienze negative, ad emozioni non espresse, a traumi subiti senza un’elaborazione adeguata dal nucleo familiare, gli animali possono arrivare ad esprimere malattie, comportamenti inspiegabili o comunque disfunzionanti con la vita in famiglia, paure o altri stati emotivi alterati.
Ecco perché possono essere inseriti nelle nostre Costellazioni Familiari e possono aiutarci a sciogliere i nostri nodi.
Inoltre gli animali possono sperimentare su di loro altre difficoltà che possiamo non cogliere, difficoltà di ambientamento legate a limitazioni strutturali dell’ambiente in cui vivono, difficoltà ad individuare il capobranco e le gerarchie del gruppo familiare, limitazioni dell’espressione della loro natura, difficoltà di comprendere il ruolo e le necessità dei nuovi arrivati nel branco (i nuovi nati), traslochi, problemi alimentari, se non maltrattamenti o privazioni. Anche in questi casi le Costellazioni possono aiutare a comprendere il vissuto dell’animale.

IL NOSTRO ANIMALE CI PARLA DI NOI
Il disagio espresso fisicamente o emotivamente dal nostro animale ci può parlare di noi e della nostra famiglia, dato che la sua origine segue le stesse regole delle lealtà familiari a cui sono soggetti i disagi che coinvolgono gli umani.
Se si intende in generale la malattia, l’espressione di un disagio esistenziale profondo ed inespresso, possiamo arrivare a dire che il ruolo dell’animale sia quello di ammalarsi al nostro posto, esprimendo in questo modo il malessere che viviamo personalmente o a livello del sistema-famiglia, offrendoci la straordinaria occasione di indagare ciò che avviene in noi e intono a noi.

Una bella storia
Ecco la storia che Daniela Oberto ci riporta, di un caso in cui è stato possibile trarre luce e beneficio da una Costellazione per animali. In occasione di una giornata di gruppo, una signora chiese di dedicare la Costellazione al suo cane con problemi alle vie urinarie che, anziché migliorare a seguito delle cure, continuava a peggiorare. Durante la messa in scena si comprese che il cane esprimeva con la sua affezione, una condizione di disagio fra lei e il suo ex marito. Nella rappresentazione si evidenziò che il cane aveva iniziato a star male nel momento in cui l’uomo, che continuava ad occuparsi saltuariamente del cane, aveva intrapreso una nuova relazione ed aveva portato la nuova donna a vivere nella stessa casa dove aveva vissuto con la moglie. Durante la messa in scena, il rappresentante del cane manifestò il bisogno di porre uno di fronte all’altro i rappresentanti degli ex partner che, in seguito a questo contatto visivo e di cuore, riuscirono ad esprimere il loro dolore ed il loro risentimento riguardo ai vissuti passati. Fu l’occasione per chiarire che non ci fu volontà di fare del male, ma piuttosto incapacità ad esprimersi nell’amore e in quell’occasione ebbero l’opportunità di vedere e comprendere i condizionamenti che fino a quel momento avevano esercitato reciprocamente.
La Costellazione si concluse lasciandosi serenamente, consentendo ad ognuno di andare per la propria strada nel rispetto reciproco.
Successivamente la signora mi riferì che il cane guarì dai problemi di salute che manifestava e che i suoi rapporti con l’ex marito ritrovarono equilibrio e serenità.

LA MALATTIA E LA MORTE
La malattia e la morte vengono sovente vissute in modo drammatico e ‘straordinario’, togliendo loro quella sacralità che è bene sia assegnata alle cose naturali della vita.
Gli animali, ancora una volta ci vengono in aiuto, offrendoci una straordinaria occasione di vivere in modo consapevole la grandiosa esperienza della malattia e della morte, essendo che per natura è molto alta la probabilità che sopravviveremo al nostro animale e che, facendo arrivare in casa un cucciolo, ci apriamo nostro malgrado a questa necessaria esperienza.
Questo è un altro tema in cui le Costellazioni per Animali si rivelano di gran sollievo e sostegno, offrendo la possibilità di sciogliere nodi e di aprirci ad emozioni che, se non vissute, possono frenare il nostro proseguire liberi nella vita.

PER CHI?
È un corso aperto a tutti, gli animali non sono presenti fisicamente.

COME FUNZIONA?
Nel gruppo viene scelto per alzata di mano chi desidera mettere in scena la propria costellazione. Esposto il tema da costellare, il costellante viene invitato dal facilitatore a scegliere i rappresentanti dei vari componenti, tra cui sé stesso e l’animale, e a disporli nella stanza. Il costellante assisterà dunque da esterno lo svolgersi della messa in scena, dell’evoluzione e dell’evidenziazione del fatto, riprendendo il suo posto di persona al momento della conclusione della costellazione, per vivere fisicamente la ritrovata armonia sistemica e compiere gli ‘atti riparatori’, costituiti normalmente da frasi rituali di riequilibrio che il facilitatore proporrà.
Gli animali non partecipano e vengono rappresentati da ‘attori’ scelti nel gruppo.
Non tutti avranno modo di effettuare la propria costellazione, avranno invece tutti l’opportunità di partecipare come attori e come spettatori.

Daniela Oberto

Daniela Oberto

Docente

Facilitatore Costellazioni per Animali

Professionista olistica, oltre ad occuparsi di Costellazioni Familiari e Sistemiche per umani e animali, Daniela è Riflessologa Plantare, Counselor e operatrice di Somatic Experiencing e propone Atelier di Pittura Spontanea ispirati ai Closlieu di Arno Stern.
Appassionata amante degli animali, Daniela li considera parte del processo evolutivo dell’Umanità, così disposti come sono a condividere la vita umana con dedizione, amore e partecipazione.
Dato che negli anni sempre più sovente le veniva richiesto di costellare animali o tematiche che li coinvolgevano, Daniela ha deciso da qualche tempo di facilitare sessioni di costellazioni esclusivamente dedicate a loro, contribuendo in questo modo a dar loro voce ed espressione.
Col suo lavoro aiuta a superare le difficoltà che impediscono di vivere la quotidianità in serenità e salute e i suoi clienti raccontano che vi si dedica con sensibilità ed amore nel contatto e nella comprensione.
Formatasi a Torino in Riflessologia Plantare al CMRP e in Counseling Psicosintetico con Master in Art-Counseling presso la Scuola Superiore di Counseling, Daniela si è formata in Costellazioni Familiari e Sistemiche a Milano, presso l’Istituto di Arte Sciamanica e Sistemica Nemeton, dove ha completato anche la formazione in Somatic Experiencing.
È iscritta n° PI298-CG nel Registro Professionale Operatori Olistici SIAF, professione disciplinata ai sensi della Legge 4/2013.

Quota di partecipazione ad
UNA GIORNATA
Euro 70,00

Quota di partecipazione a
DUE GIORNATE
Euro 125,00
Stesso partecipante*

*Nel caso di acquisto di 2 GIORNATE a prezzo scontato, se per l’usufrutto del secondo appuntamento ci si fa sostituire da un’altra persona, verrà richiesta la differenza (15,00 Euro)

ISCRIZIONI
Per iscriversi al corso è necessario versare l’intera quota dovuta entro le date indicate, a mezzo bonifico bancario sul conto corrente presso Fineco Bank

IBAN  IT84S0301503200000003602343

intestato a Durga Formazione di Valeria Bellesia
o di persona a TOPOS in Via Pinelli 23, Torino su appuntamento al 335/7513020, in contanti o assegno bancario.

MANCATA PARTECIPAZIONE
La quota di partecipazione versata non potrà essere restituita nemmeno parzialmente e per nessun motivo.
In via di cortesia è data la possibilità di partecipare ad un’edizione successiva della stessa attività (non ad attività differenti).
Nel caso in cui non vengano più erogate edizioni successive del corso, o ne vengano cambiati parzialmente i contenuti, il partecipante non ha nulla da pretendere dall’organizzazione.
In alternativa, in caso di impossibilità di partecipazione, può essere comunicato il nominativo di una persona interessata a frequentare al proprio posto, purché la comunicazione avvenga prima dell’inizio del corso.
Nel caso di acquisto di 2 GIORNATE a prezzo scontato, se per l’usufrutto del secondo appuntamento ci si fa sostituire da un’altra persona, verrà richiesta la differenza (15,00 Euro)
In caso di eventuale non attivazione della Giornata di Costellazioni, la quota versata sarà restituita per intero.
Data la natura esclusivamente esperienziale, non è possibile organizzare una registrazione della lezione.

ABBIGLIAMENTO
Non è richiesto un abbigliamento particolare.

INFORMAZIONI PRATICHE/CONDIZIONI DI PARTECIPAZIONE
Non è richiesto materiale particolare se non quello consueto per prendere appunti. Le registrazioni audio non sono ammesse dati i contenuti intimi e riservati. Non è richiesto un abbigliamento particolare.
Le pause pranzo del corso nel weekend durano circa un’ora e sono autogestite: è anche possibile portare del cibo da casa e consumarlo in aula. Le iscrizioni si chiudono all’eventuale raggiungimento del numero limite di partecipanti. Il posto sarà tenuto occupato solo in presenza del saldo.
Il corso sarà avviato solo al raggiungimento del numero minimo di partecipanti.
N.B. I contenuti e il calendario possono subire variazioni per cause impreviste. In questo caso sarà nostra premura avvisare tempestivamente i partecipanti.
Con l’iscrizione al corso, si accettano implicitamente tutte le regole qui elencate.